Delia Murer

(23 novembre 2017)

“Ci sono molte iniziative quest’anno per la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne: segno di una consapevolezza diffusa, di un desiderio forte di mobilitazione. E’ un segnale positivo che la politica e le istituzioni devono essere pronte a raccogliere”. Lo dichiara Delia Murer, vicecapogruppo alla Camera di Mdp, a proposito del 25 novembre, giorno in cui prenderà il via anche una no stop di 16 giorni di attivismo in tutto il mondo decisa dall'Onu. Una lunga campagna che si concluderà il 10 dicembre, Giornata per i diritti umani. “L’ampio calendario di iniziative – continua la deputata Murer – che vede in campo associazioni, comitati, anche in Veneto e a Mestre, soprattutto con Se Non Ora Quando, è un segnale importante. Ma dalle istituzioni le notizie non sono confortanti. Le azioni contro la violenza di genere devono essere intensificate e assumerle come impegno politico e programmatico dovrà essere un compito delle forze politiche anche in vista delle prossime elezioni”.

La campagna UNiTE dell'Onu si concentra quest'anno sul tema "Nessuno deve essere lasciato indietro: poniamo fine alla violenza contro le donne e le ragazze”. In occasione del 25 novembre, la presidente della Camera, Laura Boldrini, aprirà l’aula di Montecitorio ad associazioni e attiviste. A Roma si terrà una manifestazione nazionale di Non Una di Meno mentre tante sono le iniziative territoriali. Intanto, dalla Commissione di inchiesta sul Femminicidio, istituita al Senato nel gennaio scorso, e presieduta dalla senatrice Puglisi, arrivano notizie non confortanti. La prima bozza di documento della commissione denuncia problemi, vuoti legislativi, ostacoli ancora da superare. 

Leggi tutto: Mobilitazione per la Giornata mondiale

(16 novembre 2017)

Una interrogazione al Ministro dell’interno sul caso del Centro di prima accoglienza per i richiedenti asilo allestito nell’ex base militare di Conetta, in provincia di Venezia. L’ha presentata la deputata veneziana di Mdp, Delia Murer, vicecapogruppo alla Camera. L’hanno sottoscritta anche i deputati Mognato e Zoggia. “Ci sono stati disordini e proteste – dice la deputata Murer -, che hanno creato tensioni sociali. I migranti richiedenti asilo lamentano i lunghissimi tempi di attesa per ottenere una risposta. A volte passano anche 14-16 mesi. Un tempo passato nel Centro a non far nulla, in condizioni psicologiche difficili e anche in una situazione di disagio per la qualità della struttura, che presenta carenze più volte denunciate. Tutto questo si scarica sulle persone, sia sui richiedenti asilo, che sono esasperati, sia sulla comunità locale che paga la ricaduta di una forte tensione sociale. Il Governo deve garantire un intervento rapido sulla vicenda, peraltro chiesto da tempo, sia per velocizzare le procedure di risposta ai richiedenti asilo, che non possono rimanere in attesa così a lungo, sia per le condizioni del Centro, sia per la situazione sociale complessiva”.

Ecco il testo integrale dell’interrogazione.

Leggi tutto: Conetta, il Governo intervenga subito

(16 novembre 2017)

Si va verso una grande assemblea popolare, prevista per sabato 2 dicembre a Roma, per dare il via libera al percorso unitario a sinistra per le prossime elezioni politiche. Intanto, continua anche il percorso interno a Mdp, con gli incontri provinciali e l'assemblea nazionale. "Vogliamo costruire -hanno scritto in una lettera comune, Speranza, Civati e Fratoianni - una nuova proposta politica capace di fronteggiare le emergenze del nostro tempo, contrastare le disuguaglianze e lo sfruttamento, restituire centralità e dignità al lavoro, dare attenzione ai molti che faticano e non ai pochi che contano. Una proposta chiara e credibile nelle scelte di campo, radicale e di governo, coerente nei programmi e innovativa nel metodo, nella forma e nei profili che dovranno rappresentarla, rigorosamente costituzionale nelle intenzioni e nelle finalità. Vogliamo costruire una comunità di donne e di uomini, rispettosa delle persone e delle Istituzioni, che non si affidi a slogan, inganni e scorciatoie ma a soluzioni utili, lungimiranti e sostenibili per un cambiamento concreto. “Facciamo un intenso lavoro dal basso – commenta la vicecapogruppo alla Camera di Mdp, Delia Murer – mettiamo in rete le nostre assemblee territoriali, con una capillare campagna di ascolto e ragionamento condiviso. Porteremo le nostre istanze all'assemblea nazionale e poi, insieme, in un percorso unitario a sinistra. Il tema vero non è il rapporto con il Pd ma il rapporto con quell'area ampia di elettori di centrosinistra che, negli ultimi anni, delusi dalle politiche del governo, ci hanno voltato le spalle. Recuperare fiducia tra le persone, questo è il nostro obiettivo. Non ci rassegniamo a una Italia divisa tra populismo e destra. Assumiamo il compito di costruire una alternativa che restituisca una speranza. Un percorso democratico, partecipato, dentro una vocazione unitaria ma nella discontinuità. Per essere diversi dai populisti e dalla destra, dobbiamo fare proposte di sinistra”.

Il documento programmatico integrale di Mdp è consultabile qui.