Delia Murer

(4 agosto 2016)

Una interrogazione urgente sul caso degli attacchi violenti all’indirizzo della Presidente della Camera, Boldrini. L’hanno presentata alcuni deputati del Pd, con Davide Zoggia come primo firmatario. “ La consigliera Monica Bars, esponente della Lega – si legge nell’interrogazione - in risposta ad un post di critica verso la Presidente della Camera ha scritto testualmente: «va eliminata fisicamente». Si tratta di una frase che va al di là di ogni plausibile forma di libertà di espressione rendendosi responsabile di una vera e propria istigazione alla violenza”. “Siamo di fronte – commenta l’on. Murer – ad una degenerazione totale del dibattito. Una cosa è la critica politica, un’altra minacce fisiche di questo tipo. Bisogna evitare che messaggi di odio di questa natura si diffondano e inquinino il dibattito civile”.

Ecco il testo integrale dell’interrogazione.

Leggi tutto: Minacce e odio in Rete inquinano la democrazia

(7 luglio 2016)

Prorogare la non applicabilità di alcune sanzioni per lo sforamento del Patto di stabilità anche per il 2016. E’ una misura in favore della città di Venezia – in particolare per le disposizioni sul personale - chiesta, con alcuni emendamenti, dai parlamentari veneziani del Pd, nel corso della discussione nella Commissione Bilancio della Camera del decreto sugli enti territoriali, in via di approvazione.  “Bisogna alleggerire la pressione delle sanzioni per i comuni che non hanno raggiunto l’obiettivo del patto di stabilità interno del 2015 – commenta Delia Murer, tra i deputati che si stanno battendo per l’approvazione degli emendamenti -; è necessario soprattutto rispetto ai rischi che tali sanzioni finiscano con lo scaricarsi sui lavoratori, che già sono chiamati a sopportare una serie di incognite e disagi, e su alcuni importanti servizi come asili nidi e scuole materne, dove bisognerà garantire le assunzioni”.

Leggi tutto: Venezia, allentare patto di stabilità

(30 giugno 2016)

“Stupisce che la Ministra Boschi, recentemente delegata dal presidente Renzi alle Pari opportunità, non abbia ancora presentato il suo programma, le linee guida della sua azione, mentre la violenza sulle donne porta ancora casi di cronaca in prima pagina”. Lo dichiara Delia Murer, deputata Pd, che ha depositato una interrogazione al Governo proprio sulla necessità di sbloccare il Piano nazionale antiviolenza, di riattivare politiche di sostegno alle vittime e a quella rete territoriale di centri che aspetta dal Governo un cenno. “La cronaca – continua la parlamentare – continua a consegnarci episodi clamorosi di aggressioni e attacchi alla donna. L’ultimo, il terribile stupro in Campania ai danni di una ragazzina di sedici anni da parte di un gruppo di suoi coetanei. Siamo di fronte ad una grande questione, che intreccia modelli culturali, leggi inadeguate, forme insufficienti di tutela. All’inizio di questa legislatura sono stati prodotti atti normativi importanti, che ci hanno fatto fare passi avanti. Ma da troppo tempo tutto sembra fermo. Ci saremmo aspettati, con l’attribuzione della delega alla Ministra Boschi, un cambio di passo e la presa di coscienza di una vera emergenza nazionale. Invece, la risposta del Governo continua ad essere lenta e debole”.