Delia Murer

(16 febbraio 2011)

Dopo le proteste delle associazioni degli invalidi ora arriva la rivolta dei medici dell’Inps. Il tema è sempre quello delle verifiche straordinarie sui «falsi invalidi» e la nuova normativa per le concessioni dei benefici previsti dalla legge. Un argomento su cui l’on. Murer, con il suo gruppo, in più occasioni, ha presentato interrogazioni e atti ispettivi. Adesso, alle proteste delle associazioni di categoria, si aggiunge il malumore dei camici bianchi dei Centri medico legali dell’istituto di previdenza, che minacciano addirittura la disobbedienza. I medici dell’Inps dicono a chiare lettere che «la procedura è lenta, macchinosa, farraginosa e piena di criticità di qualsivoglia natura».

Leggi tutto: Invalidità, stavolta protestano i medici

( 9 febbraio 2011)

Il prossimo tredici febbraio le donne scendono in piazza. Succede in tutta Italia e succede anche a Venezia, con un appuntamento pubblico previsto per le dieci e trenta in campo S.Barnaba. Le donne prendono la parola per reclamare quello che in un paese normale sarebbe ovvio, assodato, naturale: la dignità. E’ quanto mai importante, in questo momento, esserci, far sentire la propria voce, dare un segnale forte. “Personalmente ho firmato gli appelli – dice l’on. Delia Murer – e ho aderito anche alla petizione online sul sito www.petizionepubblica.it. Il modello di relazione tra donne e uomini ostentato da una delle massime cariche dello Stato legittima comportamenti lesivi della dignità delle donne e delle istituzioni. Chi vuole continuare a tacere, sostenere, giustificare, ridurre a vicende private il presente stato di cose, lo faccia assumendosene la pesante responsabilità, anche di fronte alla comunità internazionale. Noi chiediamo a tutte le donne, senza alcuna distinzione, di difendere il valore della loro, della nostra dignità". In questo senso assume un significato straordinario anche la mobilitazione del prossimo 13 febbraio: le donne italiane si stanno mobilitando per organizzare quel giorno manifestazioni in tutte le città italiane. A Venezia l’appuntamento è per le ore dieci e trenta in Campo Santa Margherita.

Leggi tutto: La parola delle donne

(9 febbraio 2011)

Prosegue a gonfie vele la raccolta di firme per mandare a casa Berlusconi e il governo della destra lanciata dal Partito democratico. L'obiettivo è quota dieci milioni. La petizione sta raccogliendo il plauso di tanti cittadini stanchi e delusi dall’”insostenibile pesantezza dell’essere” del nostro Paese. Grazie all’ausilio di centinaia di militanti del Pd nel territorio nazionale, sono stati allestiti banchetti, gazebo e sono state organizzate diverse iniziative di piazza in tutta Italia.
La campagna di mobilitazione del Pd proseguirà anche nel mese di febbraio e si concentrerà il fine settimana del 12 e il 13 febbraio, proprio per permettere agli iscritti nei circoli ed ai simpatizzanti di contribuire a raccogliere le firme ed a dedicare il loro tempo, sempre volontariamente e gratuitamente: tratto distintivo ed unico del Partito democratico.

Leggi tutto: Dieci milioni di firme, prosegue la raccolta