Delia Murer

(16 ottobre 2014)

“Il nomenclatore tariffario sarà aggiornato entro il mese di dicembre”. La promessa è del presidente del Consiglio, Matteo Renzi. “Ho sentito il ministro della Sanità Lorenzin – ha continuato -, hanno preso l’impegno. Spero di riuscire ad anticipare, anzi ne sono certo”. “Mi auguro che questo impegno sia mantenuto – commenta Delia Murer, deputata della commissione Affari sociali -; sono anni che ci battiamo per l’aggiornamento di questo importante strumento tecnico, che è in vigore dal 1999 e non è stato mai più aggiornato. L’attesa tra le famiglie di disabili è alta e speriamo, stavolta, che non sia delusa”. Nel Nomenclatore tariffario ci sono tutti gli ausili, ortesi e protesi  (carrozzine, stampelle, ginocchia artificiali…) che il Servizio Sanitario Nazionale passa gratuitamente a chi, con disabilità permanente o temporanea, ne abbia bisogno secondo prescrizione. Il Nomenclatore, però, è non solo tecnico elenco ma catalogo di  opportunità di autonomia che la tecnologia può offrire a chi ne abbia bisogno.  Aggiornarlo significa fornire strumenti più moderni per la vita quotidiana: ausili per il movimento, per la comunicazione, per tutto ciò che può aiutare a costruire una esistenza meno afflittiva. Avere in vigore un elenco del 1999 significa assumere come riferimenti dispositivi che potevano essere moderni o all'avanguardia 15 anni fa, ma che oggi risultano obsoleti e superati. 

Leggi tutto: Nomenclatore entro dicembre

(18 ottobre 2012)

“Un provvedimento che aveva grandi ambizioni ed è approdato a poco”. Lo dichiara Delia Murer, deputata Pd, a commento del voto in Aula a Montecitorio sul disegno di legge di ratifica del decreto Balduzzi, annunciato come una riforma importante del Sistema sanitario nazionale e falcidiato nei suoi punti essenziali da veti politici e tagli finanziari. "Il decreto - continua l'on. Mureru - era nato come uin provvedimento di riorganizzazione della medicina territoriale. Una riforma vera, che doveva avvicinare la medicina di base alle famiglie, migliorare l'assistenza, fare chiarezza nel mercato farmaceutico, introdurre novità serie. Purtroppo, fin dal decreto del Governo, molte delle innovazioni promesse sono sparite. Nel lavoro successivo, poi, a causa dei tagli finanziari e dei veti della Ragioneria dello Stato, si sono vanificati altri passaggi importanti. Noi, comunque abbiamo fatto la nostra parte. In Commissione Affari sociali è stato assorbito un mio emendamento che ha messo al centro della medicina territoriale anche l'assistenza domiciliare, mentre nell'aggiornamento dei Lea è prevista anche la revizione del nomenclatore delle protesi. In Aula abbiamo continuato il nostro impegno, nonostante la Fiducia, impegnando il Governo, con ordini del giorno, a compiere passaggi successivi".

"Resta, a questo punto - conclude l'on.Murer - la spada di damocle della legge di stabilità. La proposta del Governo contiene alcune norme che ci mettono in difficoltà. Il taglio di un miliardo sulla sanità, certe misure penalizzanti per disabili e invalidi, i tagli ulteriori al welfare. Cose su cui in Parlamento daremo battaglia".

 

 

 

Migliaia di posti di lavoro a rischio a causa di un taglio del 25 % agli appalti di pulizie e sorveglianze nelle scuole. L’allarme è dei deputati del Pd Delia Murer, Cesare Damiano, Raffaella Mariani e Maria Grazia Gatti con riferimento alla circolare del 14 dicembre 2009 del ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca scientifica contenente le «indicazioni riepilogative per il Programma annuale delle istituzioni scolastiche per l'anno 2010», che prevede per i servizi di pulizia ed altre attività ausiliarie nelle scuole (in particolare dell'infanzia e della primaria) la conferma dei contratti «nella misura massima del 75% del corrispettivo pattuito» con un taglio effettivo del budget del 25%, giustificando la drastica riduzione di fondi con la necessità di coprire spese per “supplenze, funzionamento ed esami di Stato”.

Leggi tutto: Tagli alle pulizie nelle scuole, migliaia di...

“La manovra si abbatte anche su migliaia di lavoratori precari della Pubblica amministrazione”. Lo dichiara Delia Murer, deputata del Pd. “In particolare – continua l’on. Murer – perderanno il lavoro anche le seicentocinquanta persone (con contratto a tempo determinato, in scadenza a fine 2010), che prestano servizio presso gli Sportelli unici per l’immigrazione delle Prefetture e presso gli Uffici immigrazione delle Questure, dove sono stati assunti con concorso. Questi risultano essere indispensabili

Leggi tutto: Il Governo acuisce la crisi licenziando i precari

Una lettera al Ministro Frattini e un’interrogazione urgente alla commissione Esteri della Camera dei Deputati sul caso del ricercatore di Trieste arrestato a Copenaghen. A firmarle la deputata veneziana del Pd Delia Murer. “Luca Tornatore – scrive l’on. Murer al Ministro Frattini – è una persona conosciuta per il suo impegno civile, manifestato sempre in modo democratico e pacifico. Il suo arresto appare un clamoroso errore, dovuto probabilmente alle fasi convulse dei disordini avvenuti a Copenaghen.

Leggi tutto: Ricercatore italiano arrestato a Copenaghen,...