Delia Murer

(22 dicembre 2017)

Bocciati in commissione Bilancio gli emendamenti presentati dalla deputata Murer, e da altri deputati di Mdp – Liberi e uguali, tesi a finanziare in modo più cospicuo i capitoli per la lotta alla violenza di genere, al Fondo per la non autosufficienza e altri settori interni alle politiche di welfare, salute, sostegno alle categorie più deboli. Molti di questi, poi, sono diventati Ordini del giorno presentati in Aula (ben 43 del solo gruppo Mdp) in occasione della Fiducia, con l'obiettivo di impegnare almeno il Governo a procedere. I documenti sono stati accolti come raccomandazione e segnano almeno una volontà politica. “Ci aspettavamo di più – commenta Delia Murer, vicecapogruppo alla Camera di Mdp – ma abbiamo fatto il nostro lavoro politico per segnalare le direzioni nelle quali si dovrà andare in futuro. Più risorse su welfare e su dignità sociale, più attenzione alle questioni vere del Paese. Meno slogan e più impegno contro la violenza, finanziando meglio i Piani, i centri, le case rifugio. Negli emendamenti e negli ordini del giorno c'è la nostra idea di governo del Paese, quella che proporremo agli elettori nelle prossime settimane”.

Ecco il testo dell'Ordine del giorno accolto dalla Camera.

Leggi tutto: Impegni veri contro la violenza di genere

(31 marzo 2016)

In discussione nella Commissione Affari sociali della Camera, una serie di rilievi su uno schema di decreto legislativo che riguarda l'aggiudicazione di appalti in vari settori, tra cui anche i servizi di carattere sociale. Il decreto è statto adottato in attuazione della legge 11 del 2016, che conferisce una delega al Governo per costruire una nuova disciplina degli appalti pubblici alla luce di alcune direttive europee. Si procede, così, ad un complessivo riordino della normativa con un decreto che conta ben 219 articoli e 25 allegati. "Un provvedimento complesso - commenta l'on. Murer, componente della commissione Affari sociali - che di fatto abroga il Codice dei contratti pubblici e riforma tutta la normativa. In particolare, va sottolineata la parte che riguarda gli appalti dei servizi sociali, con importanti ricadute sul settore".

Di seguito l'intervento integrale della deputata Miotto, relatrice sul tema in XII commissione permanente.

 

 

Leggi tutto: Codice degli appalti, cambia tutto

(17 luglio 2014)

La Camera dei deputati ha approvato, ieri, in prima lettura, la legge sull’Agricoltura sociale, attesa da anni, soprattutto dalla rete di imprese del Terzo settore. “Si tratta di una novità importante, significativa. Un punto di arrivo dopo una lunga discussione – commenta Delia Murer -; la normativa introduce nuovi strumenti per la cooperazione sociale nel settore agricolo, e mette insieme l’inserimento lavorativo con un settore strategico dell’economia nazionale”. Sette anni di incubazione e tre legislature per una legge che crea una corsia preferenziale per i prodotti delle aziende agricole sociali nelle mense scolastiche e ospedaliere; spazi riservati alle aziende agricole con ispirazione sociale nei mercati; priorità alle attività di agricoltura sociale per l'assegnazione di terre demaniali e per le terre confiscate alle mafie. “L’agricoltura – continua la deputata Murer – può essere strumento di rilancio economico del Paese. Lo dicono, ad esempio, i dati delle esportazioni. Utilizzare questo comparto per fare impresa sociale e inclusione delle categoria svantaggiate è una occasione economica ma anche una opportunità terapeutica, di presa in carico. Si possono costruire connessioni tra agricoltura sociale e agricoltura biologica, con costruzione di modelli alternativi anche rispetto alle modalità di presenza sui mercati. Sostenibilità ambientale, economica, inclusione, impegno: ci sono tutti gli elementi per uno spazio nuovo di lavoro per gli altri”.