Delia Murer

(14 settembre 2017)

Una interrogazione al Ministro della Giustizia per chiedere un intervento contro l’estinzione del reato col risarcimento per alcune tipologie di stalking. L’ha presentata la deputata di Articolo Uno Mdp, Delia Murer. “Le recenti modifiche al codice penale – ha scritto la parlamentare - prevedono l'introduzione dell'articolo 162-ter, con l'estinzione del reato per condotta riparatoria in alcune circostanze; tra queste i reati procedibili a querela soggetta a remissione, quindi anche alcune fattispecie legate al reato di stalking, quelle cioè definite di "molestie", senza le circostanze aggravanti. E’ un fatto grave. Un reato diffuso come lo stalking, ancorché senza le aggravanti, non può vedersi estinguere la pena con un risarcimento, ovvero addirittura attraverso un’offerta di denaro proposta dall’imputato e considerata congrua dallo stesso giudice, anche senza il consenso della vittima. Ne va della natura stessa della norma, su cui bisogna intervenire”.

Leggi tutto: Stalking, interrogazione al Governo

(22 giugno 2017)

Una interrogazione urgente per chiedere al Governo di aprire immediatamente un tavolo di confronto con la Cgil e le altre organizzazioni sindacali per raggiungere un'intesa sul tema del lavoro occasionale e rivedere la normativa che ha di fatto reintrodotto i voucher. Lo ha presentato il gruppo di Articolo 1 Movimento democratico progressista, con il capogruppo Laforgia come primo firmatario. “La legge con cui è stato convertito il decreto 50 – commenta l’on. Delia Murer, vicecapogruppo alla Camera di Mdp – prevede una nuova disciplina del lavoro occasionale dopo l’abolizione dei voucher. Questi erano stati cancellati grazie ai tre milioni di firme raccolte dalla Cgil e al referendum abrogativo indetto e poi annullato. La nuova disciplina, però, rischia di essere una operazione di aggiramento del referendum e una riproposizione dei voucher, visto che tra le altre cose regolamenta il lavoro accessorio anche presso le imprese, con un margine temporale troppo elevato per i datori di lavoro in ordine alle comunicazioni. Per questo si rende necessario un intervento del Governo”.

Ecco il testo integrale dell’interrogazione presentata e a seguire la risposta del Ministro Poletti e la replica del deputato Giorgio Piccolo. 

Leggi tutto: Voucher, question time alla Camera

(1 giugno 2017)

No al ritorno dei voucher, no a una manovra che non parla ai bisogni di chi sta peggio. E’ netto il giudizio di Articolo 1 – Movimento democratico progressista sulle ultime scelte del governo sui temi economici. Mdp non ha partecipato alla votazione sulla Fiducia, alla Camera e ha respinto il provvedimento. “Non vogliamo essere corresponsabili – dice Delia Murer, vicecapogruppo di Mdp alla Camera – del ritorno di uno strumento che era stato cancellato per volontà popolare e che rischia di moltiplicare precariato e sfruttamento. Al tempo stesso, crediamo che la manovra economica, nel futuro e fin da questa, debba avere più marcatamente un segno verso le classi disagiate”. La deputata Murer,  a questo proposito, vista l’impossibilità, a causa della fiducia, di presentare emendamenti correttivi, ha depositato un ordine del giorno chiedendo al governo un impegno a riassegnare i fondi precedentemente tagliati per le non autosufficienze e per le Politiche sociali. “Purtroppo – commenta – anche questo ordine del giorno ci è stato bocciato, segnando una volontà politica preoccupante”.  Ecco il testo dell’Ordine del giorno a prima firma Murer su povertà e politiche sociali.

Leggi tutto: No ai voucher, più fondi al sociale